"Non ho nessuna nostalgia dell’Uomo, misura presunta di tutte le cose, o per le forme del sapere e dell’autorappresentazione che le accompagnano. Accolgo ben volentieri gli orizzonti multipli dispiegati dal crollo dell’umanesimo eurocentrico e androcentrico. Interpreto la svolta postumana come una felice opportunità di decidere insieme chi e cosa vogliamo divenire"

(Rosi Braidotti, Il Postumano, 2014, 204).

La Rete

La Rete Postumana Italiana è nata nel 2020 come una piattaforma per incontri, scambi e discussioni di carattere intellettuale, scientifico ed esistenziale tra studiosi/e/@ artisti/e/@ - e altre persone - che si interessano al tema, e che vivono o lavorano in Italia.

La Rete Postumana Italiana fa parte di un più ampio network di reti postumane locali a livello internazionali (
world posthuman networks), legate al Global Posthuman Network.

La Rete raccoglie anche chiunque operi negli ambiti affini al postumanesimo, ad esempio: filosofie postumane, bioetica, biodiversità, intelligenza artificiale, robotica, ecologia, transumanesimo, arte postumana, science fiction, tecnologie emergenti, antropocene, human enhancement, femminismo postumano, ecc.

L'obiettivo principale della Rete è facilitare diversi tipi di scambio e condivisione al fine di arricchire l'archivio della conoscenza postumana con e da diverse prospettive che emergono dall'esperienza italiana (un termine, quest'ultimo, da intendersi in modo ampio e pluralista).

DI COSA CI OCCUPIAMO?

Networking e discussione tra i membri sui temi del postumanesimo

Organizzazione di eventi (conferenze, mostre, dibattiti, lezioni, ecc.) sul postumanesimo di carattere accademico e non

Condivisione di esperienze tra studiosi/e/@ per crescita reciproca

Pubblicazione di saggi, riflessioni, immagini dedicati al postumanesimo

NOVITÀ e APPUNTAMENTI

#CFP: “PENSARE LA DISCONTINUITÀ. Le scienze umanistiche e sociali di fronte al riscaldamento globale e alla crisi ecologica”

Convegno "Pensare la discontinuità. Le scienze umanistiche e sociali di fronte al riscaldamento globale e alla crisi ecologica" (Parma 17-18 ottobre 2022) promosso dall’ ENVIRONMENTAL SOCIAL HUMANITIES LAB del DIPARTIMENTO DI DISCIPLINE UMANISTICHE, SOCIALI E DELLE IMPRESE CULTURALI dell’Università di Parma insieme con la SCUOLA DOTTORALE IN SCIENZE UMANE - "Scienze filologico-letterarie, storico-filosofiche e artistiche" e "Psicologia", il Master interuniversitario "Saperi in Transizione. Strumenti e pratiche per una cittadinanza ecologica e globale", il Corso di perfezionamento interuniversitario “Educazione e natura: ruolo e competenze per un professionista all’aperto” e il Corso di Laurea Magistrale in “Giornalismo, cultura editoriale, comunicazione ambientale e multimediale”.


Deadline: 28 luglio 2022


Per accedere alla call CLICCA QUI

ULTIME USCITE

Pubblicato Oltre l'umano, di Fanio Vergine

"La temporalità è una questione che innerva la filosofia di Gilles Deleuze nel suo complesso. Il tempo è implicato pressoché ovunque nel suo corpus di opere, talvolta in forma più esplicita, talora più allusiva. Ma la temporalità è strettamente correlata alla radicale rivisitazione che il filosofo parigino attua del concetto kantiano di trascendentale. Attraverso l’analisi comparata di questi due orizzonti concettuali, si può osservare come, a priori rispetto all’ordinaria scansione cronologica mediante la quale l’uomo ordina la propria esperienza, si dia un tempo genuinamente puro, che coincide, considerato nella sua dimensione autenticamente trascendentale, con il carattere virtuale del divenire. Tuttavia, quel che è ancor più rilevante, è l’intima relazione che unisce il progetto deleuziano di rivisitazione del trascendentale, con la tematizzazione di una temporalità complessa, che consente di prospettare la filosofia di Deleuze come quel sostrato teoretico di fondamentale importanza per provare a superare il paradigma epistemologico di un antropocentrismo dominante e tentare così di pensare oltre l’umano".

Link per l'acquisto

Pubblicato Umani di nuovo, di Orsola Rignani

E' disponibile Umani di Nuovo, il nuovo libro di Orsola Rignani per Mimesis.

"Il volume è allo stesso tempo una visione riflessiva e una riflessione visiva sulla condizione umana attuale, la cui novità si rileva un "già-da-sempre-stato" che continuamente inizia e si rinnova nello spazio mobile della relazionalità generativa e inventiva, restituita dal postumano e da Michel Serres nella sua feconda "toti-potenzialità".


Link per l'acquisto

Pubblicato Conchiglie, pinguini, staminali, a cura di Angela Balzano, Elisa Bosisio, Ilaria Santoemma

E' disponibile Conchiglie, pinguini, staminali, Angela Balzano, Elisa Bosisio, Ilaria Satoemma.

"
Da Donna Haraway a Melinda Cooper, passando per Stacy Alaimo e Maria Puig de la Bellacasa, questa raccolta di testi indaga i nessi tra biologia e cultura, fisica ed economia, desiderio e tecnologia, spingendoci a interrogarci sulle continuità tra le attuali forme riproduttive degli umani, del Capitale e delle alterità non-umane."

Link alla casa editrice

Pubblicato l'Abbecedario del Postumanismo

E' disponibile in tutte le librerie l'Abbecedario del Postumanismo, a cura di Elisa Baioni, Lidia María Cuadrado Payeras, Manuela Macelloni.

"Se il postumanismo ascrive e rielabora i termini in funzione di un diverso modo di rispondere al presente, allora quest’opera ha il compito di raccontarli. E lo fa chiamando a raccolta i più importanti nomi postumanisti italiani ed europei, che da anni animano questa corrente filosofica, allo scopo di fornire una bussola con cui orientarsi nel complesso dibattito sul futuro della nostra specie."


Link al sito dell'editore

Vuoi diventare un/a/@ volontaria/o/@ della RPI ?

Se sei interessato/a/@ a supportare la Rete, contattaci: saremo felici di capire in che modo il tuo contributo può essere funzionale per accrescere e rafforzare il nostro progetto.

Sullo sfondo, il quadro Dinamiche post-specifiche di Orsola Rignani